Adottare politiche economiche per un vero Green New Deal

 

Da più di 30 anni manca in Italia una politica industriale capace di creare e assicurare buona occupazione, di orientare la produzione sui settori più innovativi e avanzati, di indirizzare il Paese su un sentiero di crescita sostenibile. Sbilanciamoci! propone un approccio di politica industriale che punti decisamente in due direzioni: (1) un Piano di investimenti pubblici a sostegno di un vero Green New Deal, con risorse da destinare alla riconversione ecologica dell’economia e al finanziamento dell’istruzione, della sanità, del welfare. In particolare, sul piano ambientale occorre favorire l’adozione di tecnologie e produzioni di beni e servizi verdi, l’utilizzo di energie pulite, lo sviluppo di strumenti di mobilità sostenibile; (2) un sostegno alla ricerca pubblica per la transizione ecologica dell’economia, incoraggiando la ricerca su tecnologie e produzioni di beni e servizi verdi nel quadro di una politica industriale saldamente ancorata ai principi dello sviluppo sostenibile. A tal fine, proponiamo stanziamenti pari a 5,3 miliardi (che si sommano a quelli previsti negli altri capitoli del Rapporto).

Queste misure dovrebbero essere affiancate, sul fronte della tutela del lavoro e dei redditi, da un’allocazione di 1,1 miliardi volta a quadruplicare l’attuale dotazione del Fondo Occupazione, stabilizzare il personale dell’Anpal e dei Centri per l’impiego e promuovere un Piano straordinario per la sicurezza sul lavoro. Proponiamo inoltre lo stanziamento di 140 milioni per migliorare l’implementazione del reddito di cittadinanza: da un lato costruendo a fianco dell’erogazione monetaria un diritto individuale (se e quando necessario) a una presa in carico sia sociale che lavorativa che offra a quanti si trovano in condizioni di debolezza il sostegno necessario a conseguire la massima autonomia; dall’altro lato garantendo l’effettiva fruizione del reddito di cittadinanza da parte dei più bisognosi che non riescono ad accedervi pur avendone titolo.